Translate

domenica 19 marzo 2017

READ ME


Indice

L'AUTORE

L'autore di questo BLOG è il dott.Daniele Bernabei, psicologo, psicoterapeuta  e informatico. 

Mi occupo da oltre trent'anni dello studio e della lettura dei sogni usando un approccio del tutto innovativo: quello informativo/informatico.

Leggo i sogni come se fossero le notizie in prima pagina di un quotidiano e per far questo uso le regole del linguaggio delle immagini che potrete imparare con me visitando questo blog.

Ogni post si riferisce ad un sogno la cui lettura evidenzia le news personali del sognatore.
Notizie buone ed altro.

Questo Blog nasce come evoluzione specialistica dell'altro mio blog

LA COSTELLAZIONE DEL SERPENTE

Che consiglio vivamente di leggere o meglio di studiare diligentemente come un libro di testo.


COME LEGGO I SOGNI



I tre criteri fondamentali:

1) I SOGNI vanno letti secondo il principio utilitaristico in relazione alla storia raccontata dal sogno. La valutazione utilitaristica si riferisce sempre a colui che sogna. Per questo motivo il sogno evidenzia come il sognatore sta agendo adesso ed esprime un giudizio se il suo agire, per lui, è utile oppure dannoso. Dice se le relazioni che intrattiene nel suo ambiente (la scenografia onirica) con persone, animali e cose sono funzionali oppure no, utili o dannose.
Possiamo ben usare  questo principio utilitaristico applicandolo nei cambiamenti di scena del sogno.

2) Il metro di valutazione è dato dai sentimenti (emozioni) che si presentano nel sogno e dalla comunicazione emotiva non verbale espressa durante il suo racconto. Sono positivi i sentimenti che concordano biologicamente; da valutare caso per caso gli altri. Se durante il racconto il sognatore non comunica empatia, lasciando l'interlocutore esperto indifferente, allora il sogno è falso e non va letto.

3) I sogni hanno una validità diagnostica, prognostica e, a volte, curativa (non sempre). 
Riprendendo il punto precedente, è essenziale osservare i sogni dal punto di vista biologico (bios-logos - principio della vita) e verificare se sono presenti elementi che contraddicono questo principio.
Un esempio  fra tanti: la presenza di persone morte, malate o appartenenti al circuito familiare di origine che denunciano la reviviscenza di modelli comportamentali non funzionali.
E' bene verificare anche la presenza di elementi biologici che compiono azioni vitali.
Ad esempio il contadino che semina il grano o l'amico che ti indica un sentiero agreste da percorrere insieme con lui.


VALIDITA' TEMPORALE DEL SOGNO

E' il titolo del blog.
I sogni hanno validità al 100% per circa 24 ore, poi si diluiscono in quanto soggetti all'aggiornamento di quelli successivi. 
Ci sono pure sogni che indicano momenti importanti della vita del sognatore che si ripresentano spesso quando il sognatore si ammala o sperimenta frustrazione. Ne elenco alcuni: il matrimonio (sbagliato), la scelta coatta dei partner sessuali (sempre la stessa tipologia), la fine della scuola, il pensionamento, il tempo dell'infanzia durante il quale è iniziata la programmazione antibiologica da parte della famiglia, la perdita di un primato sociale, affettivo, economico. Questo tipo di sogni sono spesso affiancati da sintomi somatici di competenza medica.

STRUTTURA DEL SOGNO

Il sogno completo si suddivide in tre parti:
  1.  La situazione iniziale. Ovvero la descrizione del problema che si esplicita nell'ambientazione scenografica: luogo di lavoro, casa dell'infanzia, un certo periodo scolastico, essere in viaggio (a piedi, in treno, in auto, in nave, in aereo, in una carrozza funebre,...). Bisogna considerare quali sono i personaggi presenti nella scena iniziale e come la storia si evolve nella...
  2. Seconda parte del sogno. Ovvero la peripezia che può portare a soluzione oppure no. Come in un film è bene comprendere la morale presente nelle varie scene e nei loro cambiamenti applicando i suddetti tre criteri.
  3. Come va a finire. Ci sono tre format: il sogno, attraverso le immagini, indica la soluzione vincente: p.e. rimuovere un collaboratore da un posto di responsabilità sostituendolo con un altro (entrambi presenti come personaggi nel sogno).  Oppure cambiare il proprio atteggiamento in una situazione conflittuale di lavoro. Il secondo format rappresenta una scena dall'esito infausto: incidente aereo, naufragio, scoglio in mezzo al mare (psicosomatica), ritorno in un passato infantile, un morto che ti sorride, vedersi guariti da una malattia grave  (guarire = morire). Il terzo format è quando il sogno si interrompe improvvisamente senza conclusione evidente. Il sognatore si trova in un limbo esistenziale di dubbio e non ha il coraggio di scegliere. E' vigliacco verso sè stesso. Per questi sognatori è impossibile qualsiasi psicoterapia pertanto è doveroso rispettare questa loro scelta di non scegliere e congedarli velocemente: Gli Asini di Buridano.
Il discorso non si esaurisce in queste poche righe. Sul sogno sono stati scritti, nel corso dei secoli, centinaia di libri. Nella sacre scritture di tutte le religioni sono presenti i sogni utilizzati spesso dalla divinità di turno per comunicare con l'umano. La nascita di Gesù fu preannunciata a Maria in sogno.
Di proposito non faccio un excursus sulla storia del sogno limitandomi a proporre qui una chiave di lettura innovativa che sarà ulteriormente ampliata nei successivi post quando leggeremo i sogni.

Questo blog è semplicemente il manuale dell'utente e in quanto tale non ha la pretesa di assumere una veste critica verso altre correnti di pensiero.
Provate ad usarlo e a verificare se è utile per voi quando metterete in pratica le cose che scrivo.   

Inizio subito col post successivo dove tratto  un particolare tipo di sogni che ho individuato tra le centinaia che ho esaminato.
Essi rientrano nel terzo format in quanto non hanno un finale vero e proprio.
Tratterò dei SOGNI PALINDROMI che finiscono esattamente come sono cominciati.
Per palindomo si intende una parola o una frase che può essere letta in entrambi i sensi.
Faccio un esempio con una frase che potrebbe essere il sottotitolo del nuovo post IL SOGNO PALINDROMO ovvero:

AVA COI GETTONI DI NOTTE GIOCAVA

(fonte: http://plgrs.lacab.it/palindromi/).
Intendendo che la notte la vecchia nonna giocava a infilare i gettoni  nella sua personalissima slot-machine. Vediamo quindi quale conseguenze ludopatiche accadono poi.
Buona lettura.






lunedì 20 febbraio 2017

IL RESTO DEL CARLINO


IL RESTO DEL CARLINO 

(Quotidiano di Bologna)


Questo post spiega un particolare tipo di sogno che si presenta quando la consulenza psicologica si rivela del tutto controproducente.
 Il sogno, come ho già scritto decine di volte, è una movenza scenografica fatta d’immagini che rappresenta e valuta le relazioni interpersonali del sognatore.

Nel caso in questione la relazione cliente-consulente.

Preciso che il consulente  in questione è una brava e simpatica persona, nel suo campo ottimo lavoratore, che, a tempo perso,si diletta a fare lo psicologo (ha una laurea in psicologia). Però non è iscritto all'albo professionale degli psicologi ed esercita a modo suo la psicoterapia, specializzazione di competenza esclusiva degli psicologi iscritti nell'elenco speciale degli psicoterapeuti.

Il sogno che tratto denuncia la sua incompetenza  e la dabbenaggine del cliente in perniciosa fiducia oblativa.

Il sogno mi è stato riferito tramite Skype.
Riporto letteralmente la conversazione, opportunamente mascherata nei nomi, nei tempi e nei luoghi, per motivi di riservatezza.

Prima di iniziare la didattica onirica premetto alcune delucidazioni atte a chiarificare il prosieguo del discorso.

Come ben sanno gli addetti ai lavori la consulenza psicologica ( e non solo questa) deve essere caratterizzata dall’irrinunciabile distacco emotivo-erotico-sentimentale verso il cliente per non inquinare l’autenticità e la validità  del rapporto professionale.
Nel caso in questione questo non accade poiché il consulente fa parte della cerchia degli amici del cliente ponendosi come figura prioritaria di riferimento.

A prova.
Durante la conversazione su Skype, a un certo punto si è verificata un’interruzione di circa 15 minuti poiché la mia interlocutrice è stata chiamata al telefono proprio dal suo consulente il quale la teneva costantemente sotto osservazione, analogamente a quanto, sempre in quel tempo, accadeva con una di lei figlia e con una sua amica, entrambe coabitanti sotto lo stesso tetto del consulente e con le quali egli aveva intrattenuto relazioni extra-professionali.

Una situazione davvero singolare.

Il sogno che riporto denuncia inequivocabilmente questo stato di fatto, aldilà di ogni irragionevole dubbio.
Luisa è la cliente del consulente e mr. Dream sono io.
Luisa mi ha chiamato perché le sono venuti alcuni dubbi riguardo al contenuto del sogno che, prudentemente, si è ben guardata di riferire a chicchessia.

In questo corsivo  le spiegazioni mie.





IL DIALOGO
rammentate che il sogno ha di solito una validità di 24h, riferite al tempo di vita del sognatore. Qui il sogno preconizza due eventi: - la telefonata che ho accennato sopra e   QUESTO dialogo tra me e Luisa.

Luisa
Poi il sogno di ieri:.
 ricevo una telefonata con un numero senza nome ma sapevo che era un certo Piero T. tra parentesi mio affittuario di OVICCHIOLI  e gli dico Piero Piero e invece era Mauro R. che ha solo detto: “bisogna apparire, bisogna apparire”, poi mi sono svegliata.

Poi sogno Ciro Andreini che stava in via Carliano , E dopo una bomba che scoppia.

Luisa riceve (nel sogno)una telefonata con un numero senza nome: significa che la persona che telefona nonostante sappia che si chiama Piero T. è a lei sconosciuta.
Luisa conosce solo superficialmente Piero T., il suo affittuario.

Tenete presente che “l’affittuario” e colui cui è stata data la casa in locazione e della quale è l’attuale “CONDUTTORE”. In questa circostanza i due termini sono sinonimi.

La casa nei sogni ha una sua precisa connotazione. Bisogna distinguere se casa dove si abita (il proprio spazio esistenziale) o altra casa. Nel sogno è una casa di proprietà della sognatrice che lei ha dato in affitto, quindi “altra casa”. Nei sogni rappresenta un luogo esterno di riferimento affettivo che ostacola pesantemente la propria evoluzione personale fino ad arrestarla del tutto.

La relazione Luisa-Piero è una relazione fissata 
(rappresentata dal telefono) in regressione (la casa) che si riflette negativamente su entrambi e sui loro dipendenti affettivi. In altre parole: Luisa non sa assolutamente con chi ha a che fare.
Si fida, però. Il sogno denuncia questo suo ERRORE.
Non solo, le dice pure che riceverà una telefonata da Piero entro le 24 ore.

Ma… Ecco che c’è un cambiamento, Piero, nel sogno, diventa Mauro (il mio pseudonimo su Gmail e Fb) che impone a Luisa di interrompere subito la telefonata dicendole  “bisogna apparire, bisogna apparire” in contrapposizione a “Piero, Piero”.
 Il numero 2 nei sogni è spesso sinonimo di relazione non positiva in riferimento sia al modello (stereotipo non funzionale o complesso dominante)  sia alla situazione storica conseguente.

La sognatrice si sveglia subito ma non capisce il significato inequivocabile del sogno che denuncia la posizione “UP” del conduttore e quella “DOWN” di Luisa.
Il sogno successivo invece dice CHI, nella sua vita, è realmente Piero.



DREAM
Bisogna apparire = svegliati subito
Via Carliano?

 Luisa
Si si ma la soluzione è difficile

DREAM
No

LUISA
Carliano

DREAM
Via Carliano?

LUISA
Si
Anagramma
Di che

DREAM
Dove è?

LUISA
Non lo so
Posso vedere su internet

DREAM
aspe'
vedo io

LUISA
Ok

LUISA
Mi sembra di stare a giocare a trova l'assassino ....

DREAM
non esiste Carliano

INTUIZIONE… Mi viene il mente “Il Resto del Carlino”
DREAM
Conosci un certo Carlino?

LUISA
Si

DREAM
Chi è?
ecco!

LUISA
È' il marito di una mia ex amica di Trento

DREAM
Ex?

LUISA
Exatto

DREAM
KPT facile!
Leggi: è il mio ex marito

LUISA
E si!

DREAM
In che rapporti sei con lui?

LUISA (intuizione)
No forse ex amico… E’ proprio Ciro Andreini

DREAM
ma come stai col tuo ex…
Brv
siiiiì!

LUISA
In buoni rapporti
Vedi

DREAM
buoni come?
?

LUISA
Lui mi dice che mi amerà sempre e comunque

DREAM
Stronzate!

LUISA
Io lo considero poco.

DREAM
Chi paga gli alimenti?

LUISA
Ma gli voglio bene

DREAM
sì ok

LUISA
Gli alimenti???

DREAM
separazione senza soldo?
chi paga gli alimenti?

LUISA
Ma non ha mai pagato niente prima
Figurati ora !!
Ho sempre portato avanti IO LA BARACCA

DREAM
E qui ti volevo!

LUISA
e lui giocava

DREAM
Relazione ATTUALE con CIROAndreini = RELAZIONE PASSATA CON ex marito
Da un Carliano....
Mica male
 


LUISA
scelto per complesso

DREAM
Tutti e due

LUISA
Pure lui?

DREAM
Il sogno ti dice che questa relazione è in perdita per te.
Il sogno è inequivocabile
Difficile ma ci si arriva

LUISA
La bomba dopo poi la dice lunga
Faccio sogni difficili

DREAM
Allora Luisa, li so leggere i sogni?
Ecco!

LUISA
Ma certo che si !!!
No sono un po' complicati

DREAM
Ma ci si arriva
 



LUISA
E pure i quadri!!!
Domenica bottiglia di Prosecco (anzi due)

DREAM
Quadri?

LUISA
Mi hai sconvolto con il quadro del peperoncino
Sesso a vuoto (si riferisce ad un quadro che mi ha mostrato qualche giorno addietro e che ho commentato)

DREAM
Ah
Non ricordo

--------------------------------------------
Adesso io cambio discorso e parlo di  “peperoncino” riferendomi a un’altra donna che abitava in una casetta agreste, a circa trecento metri da me, dall'altra parte del lago.
 Il marito la incontrò  la prima volta ad una festa, lei vestiva un abito rosso.

 Dopo il matrimonio, al povero sposo venne una tremenda allergia al peperoncino che permane tuttora nonostante lei sia da tempo defunta. Inutile dire che la relazione coniugale è stata tempestosa e senza vantaggio per entrambi.

DREAM
Il mio dirimpettaio si sposo'…
Con quella (la donna in rosso) che abitava dalla parte opposta del lago

LUISA
 (invece seguita a parlare del suo ex marito)

In un anno di convivenza pastasciutta tutti i giorni ho avuto una sola volta un piatto di roast-beaf vero.

DREAM
Con una zoccola ( che penso sia morta). La conobbe ed era vestita di rosso.

LUISA

E tu l'hai visto subito

DREAM
Dopo sposati gli venne l'allergia al peperoncino!

LUISA
Ahaha

DREAM
Mbeh! Ho questo dono. Non ho studiato per questo.

LUISA
Un bel dono !



Quando ho letto “Carliano” mi è venuto in mente “Il Resto del Carlino” ho capito subito che ci doveva essere adesso un altro “Carlino”. Ossia il “sequel” della precedente relazione con Carlino ovvero l’Ex marito. La relazione che intercorre tra Luisa e Ciro è Analoga a quella intercorsa con l’ex-marito: “Pago tutto io”. Non c’entra direttamente l’aspetto sessuale. Questo è trasposto in altra persona legata a Luisa.

La Bomba? Gia!

Più bomba di così questo sogno!? Una notizia davvero bomba!

----------------------------------------

Molto spesso la relazione psicoterapeuta-cliente assume una connotazione di rituale dipendenza come ho potuto spesso costatare, specie nell'annoso percorso psicanalitico che si protrae inconsistente negli anni. Il sogno è inequivocabile nel denunciare l'inutilità della consulenza e i danni che ne derivano. Parimenti inutile e dannose sono le nuove pseudo-professioni quale ad esempio quella del counselor che dopo appena tre anni ha la pretesa di curare i malcapitati che per disavventura capitano nelle loro mani. 
Basta leggere i sogni del paziente insieme con quelli del consulente per certificare se la relazione è utile e produttiva oppure no.

Postate un vostro sogno per verificare.

Il resto sono solo chiacchiere.





martedì 24 gennaio 2017

SOGNO PALINDROMO


Indice


AVA COI GETTONI DI NOTTE GIOCAVA

The grandmother at night plays with tokens (or chips)

Iniziamo con un sogno brevissimo fatto da un signore anziano che abita nell'isola di SAL a Capo Verde, dove vado spesso a passare qualche settimana di mare.
Lui è un piccolo imprenditore locale che affittava le sue barche per portare i turisti a pescare. Adesso sta in pensione e prende circa 240€ (26.400 scudi capoverdiani) al mese che lì sono tanti soldi, tenuto conto che una colf guadagna circa 14.000 scudi al mese (circa 130€).
Lì un kg di tonno costa 5€ e per 1€ ti prendi 4 sgombri grossi grossi che i locali chiamano cavala.

Si parla portoghese e creolo (più di 9 dialetti) e il signore in questione lo chiameremo Crioul.

Crioul ha 85 anni è da poco vedovo e ha una figlia sposata. 
A Capo Verde c'è molta libertà sessuale e non è raro incontrare mamme di 14-15 anni single, con un pupattolo a carico mantenuto da non si sa chi.
Il sabato notte molte di esse si danno da fare alla modica cifra di 30€.
A volte le ragazze non sono single e stanno con qualcuno ma è come se non fossero insieme.
Questo accade alle le mamme giovanissime o a quelle che ci sono diventate involontariamente per caso.

La relazione madre-figlio è biologicamente prevista dalla natura: a madre sana e felice corrisponde figlio sano e felice.
Questa è la norma prevista dalla vita e non è bene violarla.

Qualche volta però questo succede ed è possibile, ahimè!, che si verifichino situazioni simili a quella che sto raccontando.

La figlia, nonostante il padre sia un tipo tutto per sé, a volte lo aiuta economicamente perché Crioul ha il brutto vizio di giocare a Uril dove perde un sacco di soldi.
Uril è un gioco che si fa con dei semi o delle pietruzze e un ripiano di legno con tante buche. 
Lui perde quasi sempre come se giocasse alle slot machines (a dire il vero ha pure questo altro vizo, ma lo sanno in pochi).
tanto poi c'è la figlia...


IL SOGNO di Crioul

"Questa notte ho sognato mamma... Mi ha dato 5€, poi 1€ e poi altri 5€" . "Ho pensato che fosse utile".

Applichiamo quello che ho scritto nel post Read Me.


Il criterio utilitaristico.

Quale è l'utilità di ricevere 5€, 1€, 5€, in successione? Quale è il valore di queste azioni?.

Il denaro può essere vero denaro  o rappresentare affetti sbagliati. Denaro e soldi, nei sogni sono falsi valori.
Crioul nel sogno riceve tre valori falsi che lo deviano dalla sua natura umana. Riceve questi soldi dalla madre. 

Nei sogni la madre rappresenta spesso la "matrice" di un comportamento deviato e deviante appreso nell'infanzia, nei primi 5 anni di vita. Cosa diventano questi primi 5€?




L'Uomo Vitruviano che possiamo anche vedere come un uomo crocifisso due volte ovvero una diade ossessiva madre-figlio dove il figlio è il perenne dipendente affettivo che mima nelle slot-machines l'ossessione erotica della madre.
5€ + 1€ = 6€
Il numero sei è quasi sempre relativo alla sfera sessuale: SEX.
Quindi se osserviamo il sogno nelle sue tre parti vediamo che nella prima parte (la situazione problematica) la  madre riflette nel figlio la propria ossessione compensativa programmandolo a vivere nella sua inferiorità di dipendente affettivo, rappresentato dal minor valore della moneta di 1€. 

E questa è la prima crocifissione.

Ma il sogno seguita finendo esattamente nel modo in cui è cominciato (seconda crocifissione quotidiana).

Cosa può significare questa ripetizione di format?

La storia si ripete e, siccome il sogno si riferisce sempre ad un qualcosa che sta accadendo adesso, dobbiamo trovare lo stimolatore psichico, ovvero chi, proprio ora sta dando del denaro a Crioul alimentatore che, inevitabilmente, si crocifiggerà cronicamente sperpererado quattrini alle slot machines che rappresentano il genitale egemone materno trasposto.

Il chi non può essere la mamma perchè lei è  morta, parimenti non può essere la moglie essendo anch'essa defunta.

Trovato il benefattore trovato chi mantiene la sua ludopatia.

Benefattore che agisce in buona fede e che probabilmente avrà ereditato lo stesso comportamento della nonna, esattamente come ho scritto alla fine del post Read Me.

Chi soffre di questa perniciosa ludopatia a volte ha una personalità sadica, mendace e mitomane protesa ad ottenere con l'inganno e il ricatto affettivo l'inutile denaro, di cui ha ossessivamente bisogno, per ripetere il rituale privato della vecchia madre. 

Quindi la terza elargizione di 5€ non si riferisce alla madre biologica di Crioul ma alla di lui figlia che incautamente sottrae risorse economiche a sé stessa e alla propria famiglia, succube della antica pretesa della vecchia nonna adesso incarnata e trasposta nell'ossessione di Crioul.

La moneta nella fessura.

?May a moody baby doom a yam? 
(palindromo - "Può un bambino lunatico condannare una patata dolce?)



Come si potrebbe curare?

Interrompendo l'emorragia monetaria da parte della figlia, tagliando così il doppio legame rappresentato dalle due banconote da 5€. Si tratta di tagliare doppi i ponti degli acquedotti, ovvero i cordoni psichici ombelicali che condizionano Crioul .


Le immagini nei sogni non compaiono mai a caso.

Fortunatamente la figlia di queste cose non ne è a conoscenza, altrimenti le sarebbe assai difficile accettare una spiegazione come questa che ho appena dato. Tuttavia se fosse una persona intelligente e responsabile, come mi auguro che essa sia, allora ci potrebbe, lavorando duro, forse riuscire.

Vorrei precisare che i soldi come valore monetario hanno una importanza secondaria, quello che conta è l'atto di infilare la moneta, ossia il rituale di Crioul che si ripete esattamente con le stesse modalità del tabagista che si accende la sigaretta o di dell''eroinomane quando si infila un ago in vena. Moneta, sigaretta od ago rappresentano la stessa modalità. 
Per non parlare del rituale del sorso alla bottiglia dove l'alcolista trova il sostituto del latte materno: ma questo anche gli psicanalisti lo sanno da tempo.

Il rituale simboleggia la presenza di una intenzionalità egemone che rimane inconscia non solo a Crioul ma anche allo psichiatra o allo psicologo che volesse curarlo usando il DSM V.
Lo stesso accadrebbe al più bravo dei counselor che non saprebbe da che parte cominciare.

Se volete capire bene il concetto di egemone (inconscio profondo) date una sbirciata a quello che ho scritto sulla Sindrome di Stendhal.
Potreste restare meravigliati.